Categorie
Archivi

 

 

 

Gita di due giorni a Venezia e d’intorni 2019

Visto il grande successo che abbiamo ottenuto negli anni con i percorsi Militari, abbiamo deciso di continuare in questi itinerari per conoscere le nostre forze armate. Questa volta vi proponiamo un tour in un luogo storico l’Arsenale di Venezia e Padiglione delle Navi. Con una guida locale visiteremo questi manufatti a molti ancora sconosciuti. La guida ci spiegherà la storia e le tradizioni del passato, abbiamo l’eccezionale opportunità di accedere alle storiche area militare Veneziane, per scoprire dove si è sviluppata la potentissima industria navale della Serenissima.   

  • Programma e Ritrovo dei Sig.ri Partecipanti:
  • Ore 6,30 da Bresso Via Don Minzoni  (Fronte Carrefour)
  • Ore  6.45 da  Milano Piazzale Lotto , fronte ingresso Lido
  • Possibilità altre fermata lungo l’Autostrada verso Venezia a Bergamo

1° Giorno: Partenza in bus Gran Turismo da Milano verso il Veneto, soste lungo il percorso per pausa caffè, arrivo Preganziol (TV) presso L’hotel Villa Pace **** assegnazione delle camere, sistemazione bagagli, pranzo in hotel.

Nel pomeriggio trasferimento Presso la Fondazione “Jonathan Onlusdi Nervesa. La Fondazione Jonathan è stata creata nel 2011 da Giancarlo Zanardo, imprenditore con il sogno per il volo. La loro storia si legge anche nelle pareti dell’Hangar e della Club House dove centinaia di foto ricordano le loro imprese celebri, come la partecipazione a manifestazioni aeree internazionali, tra cui il recente 55° anniversario delle Frecce Tricolori, e i voli con personaggi illustri come l’astronauta Samantha Cristofoletti e il Colonnello Lance K. Landrum comandante del 31º Fighter Wing di Aviano. Nel campo di volo c’è un hangar Bessonneau originale della Prima guerra mondiale, l’unico al mondo ancora utilizzato per scopi aeronautici e riconosciuto come bene di interesse storico-culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.  La collezione di aerei si trova ai piedi delle colline del Montello già teatro delle battaglie aeree più leggendarie della Prima Guerra Mondiale.  Questo è un luogo unico, si possono ammirare alcuni tra gli aerei d’epoca più famosi al mondo, originali o repliche perfette, come il mitico Fokker del Barone Rosso o il caccia di Francesco Baracca ecc.

Di buon mattino dopo la prima colazione, e dopo aver caricato le valigie, partiremo con il nostro bus per raggiungere il punto di imbarco a Tronchetto, dove avremo appuntamento con l’imbarcazione e con Alessandra Bassotto, storica dell’arte ed esperta del territorio, che ci accompagnerà durante la giornata.

Durante la navigazione, dal Canale della Giudecca alla Riva degli Schiavoni, il panorama è stupendo e possiamo ammirare Venezia dal mare. Vedremo chiese ed edifici storici, Alessandra ci racconterà la storia dell’Isola della Giudecca e delle chiese del Redentore, delle Zitelle e di San Giorgio Maggiore dell’architetto Andrea Palladio. Dal Bacino di san Marco ammireremo Palazzo Ducale, la chiesa di san Marco e la Piazzetta, edifici e spazi del potere della Repubblica Serenissima che fondava il suo successo incontrastato sul dominio dei mari.

Dopo circa 30 minuti di navigazione si arriva in zona Arsenale. Ci incamminiamo nel tranquillo sestiere di Castello, che si sviluppa attorno alle mura dell’Arsenale, l’antico cantiere navale della Repubblica di Venezia dove aveva sede il cuore della cantieristica, il perno attorno al quale girava tutta l’economia veneziana. Entreremo in Arsenale dalla Porta di terra, un inno all’Ammiraglio Francesco Morosini detto il Peloponnesiaco. All’interno visiteremo i tesori, enormi strutture, dove venivano costruite le navi da guerra e per il commercio, la casa del Bucintoro e alcuni pezzi militari come il sottomarino Enrico Dandolo e la Motozattera.

Usciti dall’Arsenale visiteremo il Padiglione delle Navi, un edificio realizzato alla metà del Cinquecento per la costruzione e il deposito dei lunghi remi. È un’area di duemila metri quadrati in cui sono esposti alcuni rari esemplari di imbarcazioni tipiche veneziane, antiche gondole da cerimonia, barche lagunari da lavoro e imbarcazioni militari. Tra i reperti è esposta anche l’imponente sala macchine del piroscafo Elettra trasformato da Guglielmo Marconi in nave laboratorio su cui effettuò numerosi dei suoi esperimenti di radiofonia. La sala macchine completa di apparato di propulsione con caldaie e motrice a vapore sono un autentico gioiello di archeologia industriale navale.

La nave Elettra partì da Trieste il 28 dicembre 1943 per una missione di pattugliamento lungo le coste della Dalmazia. Il 21 gennaio 1944 la nave giunse nelle acque di Diklo, vicino a Zara, dove la mattina successiva venne individuata da alcuni cacciabombardieri alleati da cui venne colpita. Il comandante, prima che la nave affondasse, scelse di arenarla. il relitto fu recuperato e venne di nuovo messo in bacino e lo scafo tagliato in varie porzioni con le varie parti della nave distribuite a vari musei.

Terminata la visita all’Arsenale ci imbarchiamo di nuovo per arrivare alla Fondamenta delle Zattere da dove raggiungeremo a piedi il Ristorante per il pranzo. Nel pomeriggio visiteremo il museo Peggy Guggenheim, Il museo si trova nel Canal Grande fra il Ponte dell’Accademia e la Basilica di Santa Maria della Salute. Qui possiamo ammirare, accompagnati dalla storica dell’arte Angela Lazzarotto, la collezione personale di Peggy Guggenheim, che comprende capolavori del Cubismo, Futurismo, Pittura Metafisica, Astrattismo europeo, scultura d’avanguardia, Surrealismo ed Espressionismo Astratto americano, di alcuni dei più grandi artisti del XX secolo. Alla Fine rientro a Tronchetto e partenza per Milano.

Prenotazioni chiamare il Cral Salvatore Gentile tel. 02-6595460

Fax: 02-63793267

e-mail: stiamoincontatto@alice.it